“Voce ai tifosi”: il parere dei tifosi granata post-Avellino

934

Eccoci nuovamente al nostro consueto appuntamento con “Voce ai Tifosi” la rubrica dedicata ai sostenitori granata prodotta da Caterina Mannina per Tvio Sport. All’interno di questo focus si punta a dar voce ai supporters del Trapani, dando loro il diritto di poter esprimere opinioni ed eventuali critiche a fine partita. Oggi il nostro intervistato è il nostro amico Eugenio Simone, tifoso dei Granata, lo ringraziamo per aver accettato di essere intervistato e per il tempo che ci ha dedicato.[su_spacer]

Com’è nata la tua Passione Granata? “L’amore per il Trapani l’ho coltivato fin da bambino, ovviamente a quei tempi simpatizzavo per una squadra strisciante milanese sfonda rossonera, ma poi il cuore e l’amore verso la squadra della mia città a prevalso su ogni altra. Sai quando lo capisci? Quando piangi per la gioia o per il dispiacere per le sorti della compagine granata. Amo la mia città in ogni sua sfaccettatura bella o brutta e Amo il Trapani Calcio la mia unica fede.”[su_spacer]

Com’è cambiato il Trapani in questi 3 anni? “In questi 3 anni più che il cambiamento del Trapani sto notando un cambiamento dei tifosi, più gente che si avvicina alla squadra e la vive sette giorni su sette, ovviamente la promozione in Serie B conquistata a Cremona conta tantissimo.”[su_spacer]

Cosa credi che abbia influito nel cambiamento di questa squadra? “io non lo chiamo cambiamento, ho sempre creduto quest’anno alla società, al direttore sportivo, al tecnico ed alla squadra. Sai cosa c’è di diverso? che noi non abbiamo individualità ma noi siamo una squadra. Ti faccio un esempio: se prendi un ramoscello ti viene facile da spezzare ma se metti tanti ramoscelli tutti insieme non li spezzi, ecco cos’è cambiato.”[su_spacer]

Avellino 1 Trapani 3, era una partita difficile e con qualche assenza di giocatori, ti saresti aspettato una vittoria del genere? “Si ero fiducioso, come lo sono per le altre partite, ovviamente sarei uno stolto a pensare che le possiamo vincere tutte ma non è impossibile. Noi in questo momento siamo i più forti abbiamo testa e sopratutto corriamo sempre su ogni pallone per 95minuti ecco perchè sono fiducioso, lo ero con l’Avellino e lo sono anche per la partita contro il Cesena ed il Novara.”[su_spacer]

Chi è stato secondo te il giocatore della svolta di questo Trapani ? “La svolta si chiama Daniele Faggiano, lui ha fatto sì di trovare un condottiero Serse Cosmi ed i suoi soldati per questo campionato, diciamo che Nizzetto e Petkovic hanno poi sistemato l’esercito dei Granata.”[su_spacer]

Cosa ti aspetti da queste ultime partite di campionato? “Io sogno …. Sognare non costa nulla. Una cosa è certa comunque vada la Curva Nord intonerà i suoi cori sicuramente anche per il prossimo anno almeno in Serie B, poi se al posto della B ci sarà la A… a quel punto sarebbe l’Apoteosi Granata.”[su_spacer]

Ringrazio il nostro amico Eugenio ed auguro una buona lettura ai nostri lettori. In questo momento di Entusiasmo collettivo che si sente nell’aria auguro alla squadra di continuare a cavalcare l’onda del successo e di continuare a Crederci. Forza Trapani!

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here