Acd Custonaci, parla capitan Castiglione: “Contro il Santa Ninfa sarà tosta”

838

È bagarre nelle zone alte della classifica del girone A del campionato di Seconda Categoria. Tutte sul pezzo, in scia aspettando che una diretta avversaria faccia il passo falso per effettuare il sorpasso. Il Custonaci al momento occupa il quarto posto a 23 punti: “Stiamo rispettando le aspettative di inizio stagione, forse stiamo andando oltre. Peccato per le prime giornate: qualche passo falso all’inizio dovuto all’innesto di nuovi elementi ma mister Coppola ha trovato la quadratura del cerchio”. A parlare è il capitano, Francesco Castiglione che fa sì mea culpa ma resta comunque fiducioso per il resto del campionato. L’obiettivo è ancora a portata di mano; è disposto a tutto per la squadra, purché si arrivi al salto di categoria che in casa Custonaci non viene citato direttamente, perché la finale play off persa lo scorso anno a Cinisi è ancora una ferita aperta: “Sono qui da un anno e mezzo ma è come se mi trovassi qui da sempre.  Sono stato a lungo fuori per motivi di lavoro: nel 2001 giocavo con la Riviera Marmi in Promozione. Una volta tornato a poter calcare i campi di calcio dopo una squalifica per una leggerezza a calcio a 5, ho ricominciato da Custonaci iniziando da attaccante, proseguendo da centrocampista centrale e poi sono passato a fare il libero, il mio ruolo dall’inizio della stagione corrente. Di tanto in tanto chiedo scherzosamente al mister di spostarmi un po’ più avanti ma non ne vuole sapere nulla (ride, ndr). Francesco, 35 anni, però non vuole cali di concentrazione e pensa alla trasferta di Domenica: “A Santa Ninfa non sarà affatto semplice. Loro non perdono da circa di due mesi; ma anche noi stiamo facendo bene nonostante le partite contro Gibellina e Calatafimi dovevano necessariamente portare sei punti“. Due giorni alla prossima sfida e quella promessa, in caso di promozione, che si è fatto a sé stesso: smettere. Ma forse, lui stesso sa che non saprà mantenere.

SHARE