Basciano e Garaffa un collegamento tra passato e presente

176

Dall’incontro svoltosi questa mattina presso la sala stampa Cacco benvenuti si evince che il filo che lega la Pallacanestro Trapani degli anni ’80-’90 a quella di oggi è saldo. Ed è fondato sui valori etici che lo sport insegna e trasmette. E’ questa la didascalia che potremmo apporre alla mattinata di oggi, capace di offrire emozioni derivanti da un semplice incontro. Pietro Basciano e Vincenzo Garraffa. L’idea dell’attuale presidente granata è stata quella di donare la maglia della Pallacanestro Trapani di oggi al presidente della Pallacanestro Trapani di allora. “Ho pensato che sarebbe stato bello avere quest’anno la stessa canottiera che la Pallacanestro Trapani ha avuto nella stagione della promozione dalla A2 alla A1. Siamo riusciti a creare questo collegamento fra passato, presente e futuro – dice Pietro Basciano – e non potevo che scegliere Vincenzo Garraffa come destinatario del simbolico regalo di questa maglia che oggi porgo”. “I miei meravigliosi 15 anni di follia alla guida della Pallacanestro Trapani hanno arricchito il tessuto sociale di questa città – spiega Garraffa – e giovato a tutte le giovani generazioni. Allora nacque un fiore nel deserto, capace di lanciare un messaggio a tutto il territorio nazionale, direttamente dalla Sicilia. Il tempo tramanda i valori: sulle fondamenta di quel progetto, oggi Pietro Basciano, di cui mi onora l’amicizia, ha raccolto il testimone di un sistema di gestione di una società sportiva nel quale riconosco lo stesso germe che mi animava. Ne sono talmente convinto, che a lui donerò la maglia dell’Altra Sicilia. Un simbolo che più di ogni altro incarna il tentativo e la volontà di rendere la nostra isola una terra prima da scoprire e poi da amare. Un emblema che non regalo, ma che do in custodia: un icona per chi verrà dopo di noi, per ricordare quale sia stato ed è il valore della Pallacanestro Trapani nel nostro territorio”.

  

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here