Calcio a 5, Marsala Futsal ne fa 8 al Palermo c5 e porta casa i 3 punti

193

Alla fine, qualcuno direbbe che è solo una partita, un goal, un rigore parato, un palo colpito o un emozione dietro l´altra, Marsala – Palermo è stato forse di più.
In un contesto stupendo, con una magnifica cornice di pubblico, dove tutto ha funzionato alla perfezzione, dove prima della gara si sono esibiti i numerosi giovanissimi che hanno deciso di vestire questa maglia, a spuntarla è stato il Marsala, apparso più affamato, voglioso di fare punti e derminato a non spezzare la favola di un pomeriggio da leoni. Era la gara dell´esordio alla “Nuccio Pace”, tirata a lucido, agghindata come un salone delle feste e trasformata in una bolgia, dove il pubblico era un tutt´uno con i giocatori.

Il risultato di 8-3 in favore degli azzurri non lascia dubbi sull´andamento della gara, nella quale, i ragazzi di casa hanno aggredito, meritato e al settimo, come una beffa, subito il goal dell´uno a zero con Picone. Lo svantaggio, per fertuna, è durato solo tre minuti giusto il tempo che Evola ha impiegato per trovare il guizzo giusto e, con rabbia, scaraventare in rete il pallone dell´uno pari. Al 20esimo Pellegrino, dopo un paio di tentativi neutralizzati da Martino, con un missile terra-aria, dopo avere rubato la sfera all´esperto aruta, non ha lasciato scampo all´estremo difensore rosanero e siglato il primo dei suoi quattro goal giornalieri. Il Marsala, una volta in vantaggio, spinto anche dal caloroso pubblico, ha gestito bene la palla e sfiorato più volte la rete con Chirco che c´è riuscito poi, al 23esimo correggendo in rete un assist delizioso di Figuccio. Prima dell´intervallo Evola ha avuto l´occasione per siglare il 4-1 ma da buona posizione, il centrale, ha svirgolato clamorosamente il pallone che è terminato sul fondo.

Al pronti via, nella ripresa, sfruttando uno svarione difensivo di Figuccio che ha colpito il palo della propria porta ha favorito il tiro di Salerno che ha riacceso le speranze per la sua squadra. Pochi secondi dopo, Pellegrino, da terra, ha trovato il goal del 4-2, decisivo per chiudere definitivamente il match, poiché da questo episodio i padroni di casa hanno dilagato. Andando a segno ancora con Figuccio e poi ancora con Pellegrino, prima della rete di Mineo per gli ospiti al 41esimo. In fine, al 48esimo, Pellegrino ha calato il suo Poker personale, siglando il goal del definitivo 8-3. Al 54esimo, a ritagliarsi il suo momento di gloria è stato Calandro, il portiere del Marsala, che ha neutralizzato un calcio di rigore battuto da Graziano, concesso da Luparello per uno spintone di Bonsignore ai danni di un avversario.

Per il Mister Calandra del Palermo calcio a cinque, è stato determinante il 4-2 del Marsala messo a segno pochi secondi dopo essere riusciti, i rosanero, a rifarsi sotto all´inizio della ripresa. Pienamente soddisfatto, invece, Mister Bruno sopratutto della mentalità combattiva e determinante dei suoi ragazzi.

Il Marsala si è aggiudicato così l´intera posta in palio contro una delle migliori squadre di tutta la C2. Sale a quota nove in classifica dietro al Monreale che guida a punteggio pieno a quota 12, per effetto della vittoria in trasferta in terra pantesca. Resta appaiata al secondo posto con il Villaurea, vittorioso sullo Studio De Santis. Sabato prossimo, gli azzurri, saranno attesi a San Vito lo Capo, nel derby sentitissimo tra le due compagini e dove la classifica non conterà.

Il Tabellino della gara:

Marsala Futsal
Calandro, Angileri, Figuccio, Trotta, Pellegrino, Chirco, Evola, Farina, Anteri, Bonsignore, Alagna, Patti. Allenatore Enzo Bruno

Palermo C5
Martino, Corsino, Lupo, Bongiovanni, Mignosi, Manno, Aruta, Picone, Mineo, Di Maria, Salerno, Graziano. Allematore Claudio Calandra

Arbitro: Mario Daniele Luparello di Agrigento
Reti: 7´ Picone (P), 10´ Evola (M), 20´, 32´, 37 e 48´ Pellegrino, 23´ Chirco, 31´ Salerno (P). 34´ e 40´ Figuccio (M), 41´ Mineo (P);
Ammonito: 52´ Figuccio (M);
Rigore parato al 54´ da Calandro (M) a Graziano (P);
Spettatori:300 circa di cui 40 da Palermo.

SHARE