Prima categoria, Gol di Stabile e SUPER FULGATORE! Mister Grammatico: “ La vittoria era nell’aria, partita fantastica!”

1969

Si sa, vincere porta sempre serenità nel calcio, l’umore del dopo partita influenza e come il rendimento di una squadra, Il Fulgatore non perde in trasferta da tre turni, tredici punti conquistati nelle ultime cinque partite, la terza vittoria consecutiva arriva battendo a domicilio i primi in classifica della Nuova Sportiva Del Golfo, che tra l’altro da inizio stagione non avevano mai subito una sconfitta, ma che adesso sentono il fiato sul collo dei biancoblu, che arrembanti si portano a meno due dalla vetta(28 punti a 26), il momento per questa società è magico ed ecco che la serenità che dicevamo arrivare dopo una vittoria si trasforma in entusiasmo!
E’ proprio l’entusiasmo che regna sovrano tra giocatori e staff dell’APD Fulgatore, ha descriverlo è proprio il mister Giuseppe Grammatico: «I miei giocatori avevano una carica pazzesca, questa vittoria era nell’aria, nell’ultima settimana ho visto un gruppo unito e voglioso, siamo cresciuti in volume di gioco, questo è certamente il frutto del loro grande impegno» – afferma il mister, che continua – «Non è semplice giocare per più di venti minuti con un uomo in meno contro la prima in classifica, dato che Stabile è stato espulso, ma questo a testimonianza del fatto che la nostra vittoria è stata tanto sofferta quanto meritata, i miei ragazzi non hanno mai mollato e mantenuta altissima la concentrazione, a loro va un grande plauso anche perché lavorano sodo e da loro ottengo massima disponibilità e serietà in allenamento».
Tornando alla vittoria, è stato Salvatore Stabile a segnare il gol dei tre punti, abilissimo l’attaccante che ha raccolto un pregevole cross di Antonio La Sala, su cui c’era scritto basta spingere, 1 – 0 è grande soddisfazione per il settimo gol stagionale, con queste parole ha raccontato il match: «la gara è stata difficilissima, come del resto ci aspettavamo che fosse, nel primo tempo la partita è stata molto chiusa e studiata, nella ripresa siamo riusciti a trovare più spazio e passare in vantaggio, mio unico rammarico è quello di aver lasciato in dieci i miei compagni, per l’espulsione rimediata qualche minuto dopo il gol per somma di ammonizioni, dal mio punto di vista ingiusta, in quanto sul primo giallo non meritavo tale sanzione, l’importante è che abbiamo vinto, mostrando grande carattere e spirito combattivo, come quando sul finale Minaudo, pur di non far entrare la palla in rete, si è opposto più e più volte da terra, facendo scudo col proprio corpo sulla linea di porta, è questo lo spirito giusto per affrontare al meglio il campionato».
Da adesso in poi le partite saranno tutte insidiose, mercoledì per il secondo turno di coppa, l’avversario sarà il Ribera, mentre il prossimo avversario di campionato sarà il Città di Cinisi, che domenica verrà in trasferta a Fulgatore, squadra palermitana che quest’anno oscilla tra alti e bassi( 11 punti in classifica), di sicuro non sta brillando come lo scorso campionato, ma indubbiamente non vanno sottovalutati, statisticamente segnano più in trasferta che in casa, da tenere in considerazione tra tutti i fratelli Fabio e Salvatore Vitale, che nelle ultime stagioni si sono sempre distinti in campo, ma il Fulgatore deve rimanere concentrato, il primo posto è dietro l’angolo, l’entusiasmo può essere molto pericoloso, ma può anche far sognare un paesino intero.

SHARE