Riviera Marmi, altro che play off. E’ scontro totale tra giocatori e società

2381

Assicurati i play off che la vedrà contrapposta al Dattilo Noir nonostante la brutta sconfitta casalinga di ieri arrivata per mano del Mazara, in casa Riviera Marmi si respira un’aria tutt’altra che distesa. Nelle ore scorse infatti, la nostra redazione è stata contattata da Claudio Lamia, centrocampista e vice capitano della squadra custonacese, facendosi portavoce, insieme a tutti i compagni, di un malessere che perdura da diversi mesi, relativamente a mancati compensi economici.

I tesserati della Riviera Marmi 2015 comunicano di comune accordo che dopo che il mister Melillo e il Presidente Sugameli hanno lasciato lo spogliatoio pochi minuti prima della gara per un’accesa discussione tra giocatori e dirigenza su alcune divergenze riguardanti anche le diverse spettanze economiche non ancora percepite, hanno deciso di continuare senza alcuna guida tecnica (nonostante la formazione iniziale sia stata fatta dallo stesso mister), sotto forma di autogestione, coadiuvati dalla collaborazione del tecnico dei portieri e del preparatore atletico. Così sarà anche per il proseguo dei playoff. Rimarranno inoltre quali figure societarie il signor Bica e il signor Rami che, come fatto fino adesso, hanno superato gli sforzi prefissati ad inizio stagione e come anche oggi ribadito cercheranno di mantenere gli impegni con ulteriori sforzi, e il direttore generale Culcasi.
Per il momento ci limitiamo, visto il momento critico societario, ad informarvi che ononeremo come fatto fino ad oggi la stagione con il massimo impegno giocando soprattutto per noi stessi. Inoltre, senza cercare alibi la squadra si scusa per la prestazione di oggi convinta di essere sicuramente condizionata da tutto quello successo pochi minuti prima dall’inizio della gara e da quanto successo da gennaio ad oggi”.

 

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here