Riviera Marmi, storia di grandi uomini a 90′ dalla serie D

2240

Una vittoria che va oltre il merito sportivo. In casa Riviera Marmi non sono giorni facili dal punto di vista societario, ma sotto il profilo del gioco i custonacesi stanno compiendo qualcosa che infrange l’ordinario, per essere definito stra-ordinario. La doppietta di Convitto ha sentenziato il Dattilo Noir di mister Formisano; domani i giallorossi, allo stadio “Paolo Marino” di Castelvetrano si giocano la serie D contro la Folgore Selinunte, che a sua volta ha eliminato l’Alba Alcamo grazie al gol firmato da Seckan nell’ultimo minuto disponibile dei tempi supplementari.

Una vigilia fatta di emozioni contrastanti, di lecita ansia ma di preoccupazione mista a speranza per quello che accadrà nel prossimo futuro. Ai nostri microfoni, Claudio Lamia: «Sicuramente non è facile giocare in questa situazione, ma siamo un grande gruppo e lo abbiamo confermato ulteriormente con la prestazione di domenica e cercheremo di onorare fino alla fine gli impegni presi…quello che verrà sarà tutto di guadagnato!». Testa e cuore per l’ultimo passo che rappresenterebbe un traguardo storico: «Siamo consapevoli del fatto che la Folgore è un’ottima squadra e dovremo cercare di concedere meno possibile, magari sfruttando qualche ripartenza».

Sul fronte societario, nei giorni scorsi si vociferava di un interessamento da parte del Marsala di acquistare il titolo. «Solo chiacchiere da bar» riferisce Ruben Culcasi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here