Serie B, Crisi Nera: Trapani perde in casa con il Cittadella

1497

Partita difficile da analizzare quella fra Trapani e Cittadella, un primo tempo soporifero con una squadra che attacca in maniera poco incisiva, il Trapani, ed un’altra che aspetta gli avversari e rallenta i ritmi del gioco, il Cittadella.  Unica azione pericolosa al 5’ con il colpo di testa di Ferretti che schiaccia da distanza ravvicinata impegnando Alfonso che devìa in angolo. Il primo tempo può riassumersi così.[su_spacer]

Nella ripresa fin da subito si capisce che qualcosa è cambiato, il Cittadella corre di più ed al 51’ trova la rete del vantaggio con un tiro da 30 metri di Iori che sorprende Guerrieri. Cosmi corre subito ai ripari inserendo Citro al posto di Fazio e passando al 4-3-3. Il “Messi di Fisciano” si mette subito in mostra con una serie di conclusioni e di giocate che impegnano la difesa avversaria. Occasione clamorosa al 62’ con Ferretti che, a botta sicura, sfodera un destro poderoso che si spegne sulla parte anteriore della traversa. Il dramma sportivo si conclude al 78’ con l’incredibile ingenuità di Guerrieri che prova a dribblare Kouame che, però, gli soffia via il pallone e serve al centro Litteri per il tap-in a porta vuota che vale il clamoroso 2-0 del Cittadella.[su_spacer]

 

Doveva essere la partita della svolta per il Trapani. Così non è stato. Certo, rispetto alla disastrosa prova di Salerno la squadra ha reagito ed ha giocato in maniera più ordinata ed attenta ma il risultato è stato il medesimo. Non è il caso di fare drammi, ma la classifica, dopo 7 turni dice che il Trapani, che ha raccolto solo 5 punti, è al penultimo posto in classifica. Probabilmente questo è il momento più difficile della gestione Cosmi che deve, nel più breve tempo possibile, riuscire ad invertire la rotta di una nave che sta attraversando una bufera. Allenatore e giocatori devono fare quadrato e recuperare serenità e tranquillità. Urge fare punti e conquistare la prima vittoria dell’anno. Nel prossimo turno di campionato l’avversaria sarà il Latina, ultima della classe, e chissà che non possa essere la svolta che tutti ci aspettiamo.[su_spacer]

TRAPANI: Guerrieri, Casasola (30’st Balasa), Pagliarulo, Legittimo, Fazio (12’st Citro), Nizzetto, Colombatto, Barillà, Rizzato, Ferretti, De Cenco (39’st Kresic). A disposizione: Farelli, Daì, Figliomeni, Visconti, Ciaramitaro, Canotto. All. Serse Cosmi[su_spacer]

CITTADELLA: Alfonso, Salvi, Iori, Valzania, Scaglia, Litteri, Chiaretti (30’st Schenetti), Bartolomei, Arrighini (26’st Kouame), Martin, Pascali (41’st Pelagatti). A disposizione: Paleari, Benedetti, Lora, Pedrelli, Strizzolo, Paolucci. All. Roberto Venturato[su_spacer]

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1; ASSISTENTI: Francesco Disalvo di Barletta e Gianluca Sechi di Sassari; QUARTO UOMO: Andrea Capone di Palermo.[su_spacer]

RETI: Iori 6’st, Litteri 34’st[su_spacer]
NOTE: Ammoniti Fazio, Pagliarulo, Nizzetto nel Trapani – Scaglia, Bartolomei, Valzania nel Cittadella; Recuperi: 0’pt-3’st; Corner: 10-2; Spettatori: 4.598

SHARE