Trapani Calcio: A breve inizieranno i lavori per la nuova Curva locali

130

Una nuova “curva locali” di 1.480 posti, adiacente il terreno di gioco, incremento dei posti in gradinata, nuovo manto erboso in erba sintetica e abbattimento delle barriere di recinzione in tutti i settori.

Sono queste le novità principali del progetto, che ha ottenuto il parere favorevole della Commissione provinciale Pubblici Spettacoli, dei lavori che interesseranno lo Stadio provinciale per migliorarne il comfort.

In particolare, sarà collocata una nuova tribuna di 1.480 posti, vicina al campo, che sarà destinata ai tifosi della curva locali. L’attuale curva, che in alcune parti non garantiva adeguata visibilità, non sarà più utilizzata.

Per quanto riguarda la gradinata, i posti saranno aumentati da 3.452 a 3.834.

Il progetto prevede, oltre al generale miglioramento dei vari settori, l’interramento delle panchine e la realizzazione del manto erboso in erba sintetica, che sarà curata dalla Limonta Sport, azienda leader nel settore.

L’obiettivo del Trapani Calcio, che realizzerà i lavori esclusivamente con propri fondi, è quello di rendere lo Stadio un luogo di incontro per le famiglie, nel quale divertirsi, con un tifo responsabile. In quest’ottica, la Società granata ha deciso di prevedere l’abbattimento delle barriere di recinzione in tutti i settori dello Stadio, partendo dall’eliminazione totale della recinzione della tribuna e della nuova curva. Il “Provinciale” diventerà così tra i primi stadi in Italia a perseguire, attraverso l’abbattimento delle recinzioni, una nuova politica per frenare gli episodi di violenza, nella convinzione che per promuovere un tifo responsabile non occorrano barriere, che, anzi, finiscono per alimentare episodi di intemperanze, ma un percorso culturale che possa accrescere la consapevolezza che assistere alle partite rappresenta un momento di divertimento, da godersi tutti assieme, e non un motivo per sfogare le proprie frustrazioni.

I lavori inizieranno non appena sarà acquisito il parere favorevole da parte dell’Ente proprietario dell’impianto (ex Provincia Regionale di Trapani oggi Libero Consorzio Comunale di Trapani).

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here