Trapani Calcio, i Giovanissimi nazionali cadono in casa

218

TRAPANI-MESSINA 0-3

TRAPANI: Di Salvo, Misseri, La Vecchia, Curatolo ( dal 9′ st Burgarella), Pirrello, Valenza, Barbara ( dal 18′ st Vassallo), Licari, Celesia, Francofonte, Taormina ( dal 18′ st Lauricella). In panchina: Scaturro, Novara, Anzelmo, Matteucci, Ruvolo, Amato. All. Foscari

MESSINA: Ragusa, Lodisco ( dal 19′ st Fazio), Freni ( dal 24′ st Saya), Romeo ( dal 32′ st Finocchiaro), Ferraro, La Valle, Niosi, Currò, Mancuso, Cafarella ( dal 32′ st Crisostamo), Danzè. In panchina: Zanghì, Surace, De Marco, Alessandro, Calderone. All. Crisafulli

Arbitro: Marco Bongiorno di Marsala

Reti: Romeo al 3′ pt, Freni al 21′ pt, Cafarella ( rig.) al 23′ pt

Note: Ammoniti Ferraro al 7′ pt, Freni al 18′ pt, Barbara al 25′ pt, Lodisco al 33′ pt, Currò al 10′ st, Valenza al 15′ st. Calci d’angolo 1-0 per il Messina

La cronaca
Sconfitta per 3-0 per il Trapani che al “Roberto Sorrentino” perde contro il Messina. Bravi gli ospiti a sfruttare le occasioni avute a disposizione e ad affondare il colpo, e quindi chiuderla, già alla fine del primo tempo. Commento a parte per il direttore di gara, il quale si è reso protagonista di qualche scelta arbitrale parecchio discutibile e facendo alzare il tasso di nervosismo nei ventidue in campo. Giallorossi avanti già al 3′ grazie a Romeo che da buona posizione scaraventa un destro violento su cui Di Salvo nulla ha potuto. Il Trapani prova ad imbastire delle azioni che però si rivelano sterili: al 14′ ci tenta Celesia dai venti metri ma il suo destro è impreciso e troppo debole. La troppa voglia di andarla a riprendere porta i granata ad essere precipitosi e messi male in campo; il Messina quindi è più libera mentalmente e al 21′ raddoppia: azione nata direttamente da rimessa laterale, la palla arriva dalle parti di Freni che si trova all’altezza del limite dell’area, la lascia scorrere, ce l’ha sul destro calciando di prima intenzione trovando prima un bacino al palo e poi, soprattutto, il fondo del sacco. Non c’è nemmeno tempo di rimettersi comodi che gli ospiti conquistano un calcio di rigore per un fallo di Misseri su un attaccante: Cafarella spiazza Di Salvo. 0-3.
Nella ripresa c’è pochissimo spazio per lo spettacolo. Il Trapani gioca altissimo, tutto riversato nella metà campo avversaria, i peloritani invece buttano via la palla per tenerla e far passare minuti preziosi. Il gioco è spezzettato, tante interruzioni, tanto nervosismo. Trapani Messina termina 0-3.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here