Trapani Calcio, i Giovanissimi regionali strapazzano la Panormus

387

TRAPANI-PANORMUS 4-0

TRAPANI: Marrone ( dal 31′ st Giordano), Leto ( dal 27′ st Cantalicio), Parisi ( dal 9′ st Terramagra), Mustaccia, Silaco, Mione ( dal 28′ st Adragna), Melia, Gueli ( dal 9′ st Di Pisa), Settinieri ( dal 25′ st D’Aguanno), Miceli, Rallo ( dal 19′ st Guaiana). All. Bonfiglio

PANORMUS: Pellitteri ( dal 12′ st Vasari), Pagano, Li Volsi ( dal 14′ st D’Amico), Tartarelli, Orfanelli, Marino, D’Orso ( dal 18′ st Cappadonia), Pillitteri ( dal 20′ pt Gallo), Gambino ( dal 1′ st Muratore), Rama ( dal 25′ st Vallone), Callipo ( dal 5′ st Militello). All. Bonafede

Arbitro: Vincenzo Braschi di Trapani
Reti: Miceli al 7′ pt, Rallo (rig.) al 14′ pt, Di Pisa al 18′ st, D’Aguanno al 26′ st

Note: Amminiti Gueli al 18′ pt e Mustaccia al 33′ st. Calci d’angolo 8-1 per il Trapani

La cronaca
Tutto troppo facile per i ragazzi terribili di mister Giovanni Bonfiglio che liquidano con un secco 4-0 una Panormus mai pericolosa nell’arco dei 70 minuti. Rallo al 3′ ci prova dai venti metri centralmente a giro, palla fuori per questione di centimetri; al 5′ destro secco di Settinieri da posizione defilata sul primo su cui Pellitteri è bravo a bloccarla. Il punteggio si sblocca al 7′: azione manovrata sulla destra con un cross in mezzo a cercare la testa di un compagno, il difensore avversario anziché lasciare scorrere sul fondo la sfera, apparecchia un assist per Miceli che all’interno dell’area colpisce al volo, Pellitteri la tocca ma null’altro può sul tiro potente del numero dieci. Panormus stordita dall’avvio tambureggiante dei granata che continuano a soffrire gli attacchi dei locali: Melia al 12′ ubriaca un diretto avversario, vede l’arrivo a rimorchio di Mustaccia che sceglie la potenza anziché il piazzato spedendo alto. Il raddoppio è nell’aria e arriva al 14′ su calcio di rigore trasformato da Rallo, bravo a spiazzare il numero uno panormita. Il penalty arriva a seguito di un fallo di Marino su Gueli. Forte del doppio vantaggio, il Trapani via via abbassa l’intensità e quindi i restanti minuti della prima frazione di gioco non offrono occasioni da annotare, complice anche gli sterili attacchi dei giallorossi ospiti. Si giunge al secondo tempo con Terramagra e Di Pisa che al 44′ prendono il posto rispettivamente di Parisi e Gueli; proprio il neo entrato Di Pisa è protagonista prima al 47′ con un destro violento ma centrale su cui il portiere la blocca in due tempi, successivamente al 53′ con la personalissima firma del 3-0 con un colpo di testa da attaccante consumato anticipando il difensore sul bel crossi di Terramagra. Il poker lo mette a segno un altro nuovo entrato in campo: è Danilo D’Aguanno a mantenersi freddo sottoporta, bravo a farsi trovare libero da un pallone al bacio di Miceli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here