Trapani Calcio, per la Primavera solo un pari col Modena

408

TRAPANI-MODENA 1-1

TRAPANI: Croce, Arcuri (dal 1′ st La Piana), Tumminelli, Canino, Lombardo, Marino, Bulades, Guercio (dal 25′ st Alagna), Spadaro (dal 39′ st Selvaggio), Mistretta, Cosentino. In panchina: Scarcella, D’Aguanno, Gardet, Mule’, Salone, Emmolo, Rocchetta, Gastone, Marino. All. Di Gaetano

MODENA: Benedettini, Braccioli, Barbati (dal 39′ st Laksir), Ferrari (dall’11’ st Natali), Ristori, Luppi, Hardy, Pollastri, Pioppi (dal 29′ st Teggi), Sabba, Didiba. In panchina: Mascagni, Macchi, Corti. All. Pavan

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1; assistenti: Matteo Guddo e Daniele Argento di Palermo

Reti: Didiba al 26’pt, Mistretta all’11’ st
Note: Ammoniti Luppi al 20′ pt, Bulades al 3′ st, Tumminelli al 14′ st, Pioppi al 17′ st. Calci d’angolo 5-0

La cronaca
Bel Trapani quello visto al “Roberto Sorrentino” contro il Modena. Nell’anticipo delle 12.30 i granata però non vanno oltre l’1-1. Si vede dai primi secondi della gara che per i canarini non sarà gara facile: dopo soli dieci secondi già il primo tiro in porta, anche se debole, da parte di Bulades. Tanta corsa dei locali che lasciano poco agli avversari, rintanati nella propria metà campo e mai capaci di proiettarsi avanti. All’8′ un lancio a spazzare di Lombardo si trasforma in assisti per Spadaro che lascia rimbalzare la sfera in area, vuole lo stacco di testa ma non riesce a dare la giusta forza per impensierire Benedettini. Si gioca tanto sulle corsie laterali, Bulades è una spina nel fianco per la difesa romagnola: al 15′ l’esterno numero sette mette un pallone interessante che sfila per tutta l’area, contro cross di Canino teso e basso, un difensore sbroglia la matassa spedendo in corner. Sempre più Trapani che con Spadaro vuole l’azione personale partendo da sinistra, i diretti avversari non riescono a contenerlo, si accentra e fa partire un potente destro che finisce sopra la traversa. Tutto questo al 16′. Al 21′ potenziale occasione per il vantaggio del Trapani che sorprende la difesa avversaria evitando il fuorigioco con uno schema su punizione; palla corta per Guercio, lancio sul secondo palo per Tumminelli che vuole la sponda per una deviazione amica ma la difesa modenese evita il tutto. Alla prima vera occasione il Modena passa avanti con una punizione dai venti metri calciata con il mancino da Didiba che sorprende Croce sul suo palo. La reazione di Cosentino e compagni non tarda ad arrivare ma il primo tempo si conclude con gli ospiti avanti. Novità di formazione all’inizio della ripresa: fuori Arcuri, dentro La Piana a fare l’esterno sinistro di centrocampo e Cosentino sul centro-sinistra in difesa. Il leitmotiv è sempre lo stesso: il Trapani fa la partita, il Modena cerca le ripartenze. Il meritato pareggio giunge al 55′: l’imprendibile Bulades ubriaca Barbati, arriva sul fondo, un pallone al bacio per la testa di Mistretta che sotto porta fa 1-1. I granata adesso la vogliono vincere, tanta lotta a centrocampo, contrasti duri ma corretti. Al 70′ Di Gaetano gioca la carta Alagna, classe 2000 degli Allievi, cambiando assetto tattico: si passa al più classico dei 4-4-2 con il nuovo entrato al posto di Guercio e a fianco di Mistretta; La Piana esterno a destra, Spadaro dal lato opposto. A nove dalla fine il Modena per poco non ritrova il vantaggio, all’interno dell’area Sabba cicca la sfera graziando i granata che a loro volta, nelle battute finali, hanno l’occasione per vincerla con Alagna che però in campo aperto perde un tempo di gioco utile per concludere a rete; bravo Benedettini nella circostanza a mettere la mano nel tentativo di dribbling dell’attaccante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here