Trapani, Murano-gol e Siracusa KO

372

“Chi ben comincia è a metà dell’opera”. E il Trapani, per buona parte dei novanta minuti, ha dimostrato di essere già in condizione e soprattutto ha mandato un chiaro messaggio a tutte le squadre con priorità di promozione in serie B. Perché francamente, quanto visto ieri, il Siracusa è una squadra modesta e chiaramente inferiore ai granata che sarebbe potuta tornare a casa con uno scarto di gol ben più ampio ma che, al contempo, negli ultimi minuti ha anche accarezzato l’idea di poterla pareggiare. E la “critica” che si muove ai ragazzi di Calori è proprio questa: l’incapacità di mettere il risultato in ghiaccio. Perché il Trapani a sprazzi ha dimostrato di proporre un calcio scintillante, di impostare la gara sull’intensità nonostante siamo ad agosto, nonostante un ottimo centravanti come Jacopo Murano. La prima giornata è alle spalle, il Trapani è primo e sabato è atteso al primo banco di prova in trasferta contro il Lecce, che ha pareggiato sul campo del Virtus Francavilla.

Oltre al già citato Murano, bene tra gli altri, Tagourdeau, Fazio e Maracchi. Si spera nulla di grave per il giovane Salvatore Aloi anche se la sua uscita dal campo in barella non lascia ben sperare.

Capitolo pubblico. Buona la risposta dei trapanesi alla prima a fronte dei 4.601 spettatori presenti ieri al Provinciale. Colpisce però il certo distacco, la freddezza di gradinata e tribuna. Tesi che non coinvolge minimamente i ragazzi della Curva Nord, straordinari come sempre e vero e proprio dodicesimo uomo in campo.

Foto fonte: trapanicalcio.it

SHARE