Il Trapani si salva al 92′, un pareggio che arriva come una benezione

270

“Ad inizio partita non avrei mai firmato per il pareggio ma, per come è arrivato, dobbiamo valutare questo punto come molto prezioso”. Può essere riassunta da queste parole di Bruno Petkovic la partita del Trapani calcio. Alla vigilia avevamo presentato l’incontro come una partita da vincere a tutti i costi e per larghi tratti del match Pagliarulo e compagni avevano anche dimostrato di poter conquistare i 3 punti.

Pareva pure che la fortuna finalmente potesse sorridere ai granata con il colpo di testa di Meccariello che si stampa sulla traversa e l’immediato 1-0 di Ciaramitaro. Pareva, appunto, perché alla fine, per colpa di un po’ di malasorte e degli imperdonabili svarioni difensivi, la Ternana stava per portare a casa una vittoria che avrebbe trascinato i ragazzi di Cosmi in un baratro di negatività da cui sarebbe stato praticamente impossibile tirarsi su. Il rigore del pareggio siglato da Petkovic al 92’ arriva come una benedizione. Accogliamo dunque come buon auspicio questo punto che nulla cambia in termini di classifica (granata ancora mestamente da soli in fondo alla classifica) ma che forse concederà un po’ di serenità ad un gruppo che ancora deve trovare equilibrio e compattezza. “Gli errori commessi questa sera sono talmente evidenti che non saprei nemmeno come poterli correggere in allenamento” – dice Cosmi. Noi, nel nostro piccolo, da tifosi, ci associamo all’accorata (e drammatica) invocazione dell’allenatore del Trapani, auspicandoci che il mercato di riparazione arrivi il più presto possibile.

SHARE