Video – I commenti dei due coach al termine di Pallacanestro Trapani – Tortona

460

Demis CavinaDemis Cavina (coach Tortona): “Sono orgoglioso del temperamento mostrato dai miei ragazzi, nonostante le difficoltà che avevamo o che sono nate durante la gara. Nello specifico, Bianchi si è fermato nel riscaldamento, quindi le nostre rotazioni sono state forzatamente più limitate del solito, Simoncelli era al rientro e Marks ha avuto un problema a una gamba durante il match. Abbiamo impensierito Trapani, una squadra che considero attrezzata ed estremamente valida: se a fine anno arriveremo vicini a loro in classifica, come siamo in questo momento, significherà che staremo in alto. Tommasini ci ha puniti con due triple pesantissime nel finale e i nostri avversari l’hanno spuntata. Per vincere su un campo come questo, avremmo dovuto fare qualcosa in più, con un pizzico di malizia e di furbizia. In altre parole, avremmo dovuto essere più forti di tutto il resto e anche di ciò che ci è capitato: non ce l’abbiamo fatta fino in fondo, tuttavia mi ritengo soddisfatto della nostra prestazione”.[su_spacer]

[su_vimeo url=”https://vimeo.com/152092432″]

ducarello post tortonaUgo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “Quella di stasera è stata una bella dimostrazione di qualità di gioco. Il nostro inizio è stato imperfetto, quindi abbiamo dovuto cambiare qualcosa in corsa, ma la panchina ci ha dato una grossa mano. Filloy è stato d’esempio ai compagni, sacrificandosi in difesa e mettendo fisicamente il corpo contro un atleta eccellente come Brooks. Nella ripresa, è salito in cattedra Mays e nel finale Tommasini ha avuto il merito di segnare due tiri pesantissimi. Il break, nel terzo quarto, è stato frutto della difesa e dell’applicazione di squadra. Quando eravamo in vantaggio, poi, abbiamo commesso delle ingenuità contro la pressione di Tortona e siamo stati poco lucidi: io per primo ho commesso qualche errore. Pur non essendo stati sempre belli, siamo riusciti a riacciuffare la gara e nei momenti decisivi siamo stati molto concreti, trovando l’uomo libero per il tiro migliore. Era davvero importante portare a casa questo successo e siamo felici di essere riusciti a farlo”.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here